Enrico Piras

Biografia

Telai di Sardegna

Nato nel 1975 a Gavoi, in provincia di Nuoro, Enrico Piras è artista eclettico, curioso e creativo. Già nell’inverno del 1986, mentre frequenta le Scuole Medie inferiori, impara a fotografare, sviluppare e stampare in bianco e nero con l’attrezzatura messegli a disposizione dal padre.

Nel 1989 accede agli studi secondari superiori nel campo delle Arti Visive con l’iscrizione all’Istituto Statale d’Arte di Nuoro. Per tutta la durata del corso di maturità artistica, che si concluderà col conseguimento del diploma nel luglio del 1995, collabora inoltre con professionisti locali dell’architettura e della grafica.

Nell’ottobre dello stesso anno si trasferisce in Piemonte per iscriversi al corso di Architettura del Politecnico di Torino. Sono questi gli anni in cui instaura le prime vere amicizie creative. Si divide tra il Piemonte e la Sardegna perché si occupa del reparto grafico della tipolitografia e legatoria di famiglia, ed è in tipografia che sperimenta la grafica partendo dal lato pratico e tecnico di quest’ultima.

La formazione: L’Accademia di Belle Arti di Sassari

Nel luglio del 1997 lascia la Facoltà di Architettura e si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Sassari, corso di Scenografia. In quella scuola ritrova la sua antica passione: lo studio e la pratica delle Arti Visive. Frequenta i corsi di Fotografia, Storia dello Spettacolo, Metodologia della Progettazione, Pedagogia e didattica dell’arte, Design e altri interessanti percorsi. Lì fa gli incontri che segneranno il suo secondo periodo creativo, stringendo una solida e duratura amicizia con uno scultore, suo coetaneo, da allora riferimento professionale e affettivo. Sono anni di forti e profonde sperimentazioni delle proprie capacità artistiche e di ampi confronti con i suoi “colleghi creativi”.

A Sassari incontra anche professionisti della Scenografia e del Design dai quali moltissimo impara durante le lezioni in Accademia e con i quali instaura un proficuo e duraturo rapporto di lavoro. Intanto non lascia, anzi, intensifica le sperimentazioni nell’ambito della grafica e della comunicazione, acquisendo clienti fuori dalla azienda di famiglia per la quale comunque non smette mai di progettare.

L’interesse per la comunicazione e la pubblicità si acuisce con il passare del tempo e nel 1999 decide di prepararsi a sostenere l’esame di stato per conseguire il titolo in Grafica Pubblicitaria e Fotografia.

E’ il 2002 quando, portato a termine il corso di Scenografia, lavora per un anno ancora presso la tipografia del fratello. Ma di lì a poco si sposterà a Roma, a Cinecittà, per collaborare con Alessandro Zitkowsky, titolare dell’omonimo studio di scenografia. Due anni dopo, nel 2004, torna in Sardegna, a Nuoro, per lavorare come creativo presso uno Studio di grafica. L’incontro con una collega, nel capoluogo della Barbagia, lo porterà nel 2005 a fondare con lei lo Studio Cugini Gemelli, che resta attivo fino al 2015.

Il suo personale punto di vista nel lavoro e nella vita, ha imprescindibilmente a che vedere con la curiosità e l’ironia. Il risvolto parzialmente o totalmente ludico, è la chiave di lettura di quasi tutti i suoi progetti, qualunque applicazione essi abbiano.

Le opere d'arte: I Telai

Da circa quindici anni produce straordinari Telai, manufatti artistici, sua vecchia originale passione, che nutre e rigenera in maniera profonda la sua creatività.

La tessitura a telaio è un’attività che racconta la Sardegna, fortemente radicata negli usi e costumi di questa Terra, dove le donne sarde del passato e del presente, sono infatti un esempio di grande maestria nell’utilizzo di fili, trame e tessuti, dai più “rustici” ai più delicati e preziosi.

I Telai di Enrico attingono naturalmente dalla tradizione tessile isolana, ma si fanno interpreti della vita moderna, portando nuovi segni, vecchi simboli, altri concetti, forme e colori; sono una “finestra”, aperta attraverso la quale scrutare i sentimenti, giudicare la realtà. In alcune occasioni sono realizzati per alimentare i sogni, per suscitare desideri: sono un anelito all’Infinito. E possono essere severi ma teneri, affascinanti o inquietanti, come la Terra di Sardegna, portano storie, vanità, vizi e virtù.

I Telai presenti in Arsnova Gallery

I più significativi Telai della sua produzione vengono presentati da Enrico Piras in Arsnova Gallery. Tra questi Frammentazione dell’io (2013, 150x50 cm, Tempera su stringhe di cotone, perline argentate e lana su telaio ligneo); o i recenti Disamistade (Inimicizia) (2020, 50x50 cm, Acrilico su tela e stringhe di cotone, foglia oro e lana su telaio ligneo); Bòes (Buoi) (2020, 50x50 cm, Tempera e Acrilico su tela, filo di nylon, perline argentate e lana su telaio ligneo).

Nei loro fili tesi a correre da un lato all’altro, nei loro nodi, queste particolari opere d’arte raccontano incroci di destini, storie, passioni e contraddizioni.

Sono realizzate all’interno e attorno ad una struttura lignea quadrata o rettangolare, con misure progettate su lato base di 50 cm o rigorosamente sui multipli di questa unità. Sono composti di volta in volta con materiali naturali e/o artificiali e realizzati con tecnica mista, a seconda delle esigenze espressive. Le composizioni dell’artista Sardo sono ordito e trama della Vita.

E l’Ordito, elemento verticale, è rappresentato da una fettuccia bianca o colorata oppure è un segmento tessile di larghezza variabile, che porta con sé segni o simboli a volte grafici, sintetici, astratti sempre riconducibili a un concetto “terreno”.

la Trama, tessitura orizzontale, è affidata al filo di lana o cotone oppure a dei nastri e viaggia avanti e indietro “abbracciando” il telaio; normalmente rappresenta l’elemento “divino” o un dono proveniente dal cielo.

I telai non hanno vetro e cornice: la struttura è visivamente conclusa senza di essi; hanno un aspetto materico, plastico, in tre dimensioni. Si scostano dal muro di qualche centimetro, per esaltare il loro corpo, il loro essere, la loro presenza.

(Roberto Luciani)

4 opere
Boes (Buoi) - Telaio in legno con lana e tela dipinta ad olio - opera in vendita
Bòes (Buoi)
Enrico Piras
Prezzo €1.650
Disamistade opera contemporanea astratta di Enrico Piras
Disamistade (Inimicizia)
Enrico Piras
Prezzo €1.500
Frammentazione dell'io - Telaio, lana e olio su tela - Opera in vendita
Frammentazione dell’io
Enrico Piras
Prezzo €2.300
Fidanzati - Quadro arte contemporanea astratta - Piras
Fidanzati
Enrico Piras
Prezzo €2.300