Alessandro Trani

L’attività artistica di Alessandro Trani è una totale astrazione smaterializzata del paesaggio. Le fasce lineari di colore, come dei paralleli, tradiscono la suggestione dell’orizzonte. Dal quale, nell’eterea confusione generata da una sorta di paradosso di Zenone, rimane soggettivo l’avvertire, tra le fasce parallele, delle forze convergenti o divergenti.

Nel suo percorso evolutivo, per contrastare questa soggettività, Trani inserisce nei suoi paesaggi primordiali delle linee concettuali. Come in “Alfa e Omega”. Inizio e Fine. Tali concettualità stabilizzano le opere, mantenendo in equilibrio le forze centripete e centrifughe. Tuttavia l’inizio non inizia dall’inizio e la fine non finisce alla fine. L’indagine sui circuiti tra passato e presente necessita ora di una contemplazione più complessa. Si avvalora la non esistenza di un inizio e di una fine, ma di un cerchio di continuità che sembra distorcere l’orizzonte su un accenno di curvatura.

Ponendolo di fronte ad un infinito, Trani genera nello spettatore una sensazione di spaesamento, di offuscamento. Simile alla sensazione che generano gli scavi nella memoria. Non vi è paura, ma la serenità della catarsi come in un post naufragio di ricordi. E ciò che rimane vivido non è la definizione delle forme, ma la vitalità legata a quell’emozione.

Da pittore romano, si forma nell’ambito di varie associazioni, tra cui “Art Studio Tre” e “Cento Pittori Via Margutta”.

Dal 2006 presenta le opere ad olio della serie “I Mari di Trani” e dal 2015 le opere a tecnica mista della serie “Alfa, Omega e i paradisi primordiali”, “Percorsi”, “Punti d’Incontro” e “Orizzonti” tra figurativo moderno (marine ed altri paesaggi) e astrazione (dalle marine verso l’espressionismo astratto).

Ha al suo attivo numerose mostre, fiere, concorsi e premi, in Italia ed in tutto il panoramana internazionale, con successo di pubblico e critica.

Nel 2013, 2014 e 2015 le sue personali di rilievo allo Spoleto International Art Fair, alla Biennale d’arte nel Veneto in Villa Badoer a Rovigo e al Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi.

Nel 2014 è invitato dal prof. Giammarco Puntelli ad “Imagine 2014” (Milano, Biella, Firenze e Assisi) e “Rotta a Nord Est” (Muggia e Rovigo) ed entra a far parte del “Metaformismo - Arte Contemporanea nelle antiche dimore”, ideato e curato dalla prof.ssa Giulia Stillato, con le rassegne al Chiostro del Bramante (Roma), al Museo Ivan Bruschi (Arezzo) e a Palazzo Castellani (Verona).

Nel 2015 è invitato a “L’Arte e il Tempo”, Official Event Expo Milano, ideato e curato dalla Sillato, a Palazzo dei Giureconsulti, Expo Gate, Spazio Sforza Triennale Milano.

Dal 2016 al 2020 partecipa ai progetti “Il labirinto dell’ipnotista”, “L’Eternità nell’Arte”, “Infinity” e “Genius”, ideati e curati dal prof. Puntelli, con mostre a Palazzo Gallio di Gravedona (lago di Como), Basilica dei Santi 4 Coronati (Roma), The Pall Mall Gallery (Londra),

Sebastian e Naive Gallery (Dubrovnik), Palazzo Ducale (Sabbioneta), Palazzo Medici Riccardi (Firenze), nonché alle Triennali di Roma e Verona e alla Biennale di Venezia (Rassegna “Grazie Italia”, ospitata a Palazzo Albrizzi Capello, sede del Padiglione del Guatemala). Con Medina Roma Art Gallery e la presentazione del prof. Puntelli, espone negli spazi romani di “Banca Fideuram - Intesa San Paolo” ed alla Galleria “Studio C” di Piacenza, presentato da Luciano Carini.

Presente sui prestigiosi cataloghi d’arte “C.A.M. - Catalogo dell’Arte Moderna, editoriale Giorgio Mondadori”, “L’Elite - Selezione Arte, Artitalia Edizioni” e riviste di settore tra cui “Arte” e “ArteIn”.

2 opere
Opera d'arte in acrilico in vendita di Alessandro Trani
Allarme rosso
Alessandro Trani
Prezzo €1.650
Trittico astratto, dipinto in acrilico su tela in vendita
Alfa e Omega in rosa argenti e grigi (trittico)
Alessandro Trani
Prezzo €4.400